Crea sito

Posts Tagged "pesca"

Pronti, partenza, breakline!

Posted on aprile 12th, 2018 by catmag

Il freddo invernale ha finalmente ceduto il passo alle miti temperature primaverili, le giornate si allungano regalando più ore di luce, la natura si risveglia e con essa la voglia del silurista di ritornare a passare una notte sul fiume, che spesso equivale ad una battuta di pesca con la tecnica della breakline. La prima notturna dell’anno è speciale: te la sei immaginato e costruita nella mente durante tutto il periodo invernale. Ogni azione, movimento, dettaglio è stato già definito meticolosamente..

Voglia di adrenalina? Kayak, clonk e siluri!

Posted on dicembre 5th, 2017 by Giuseppe Passafaro

L’aria è frizzante e la luce ancora soffusa, ma questa condizione non durerà a lungo. Tra un paio di ore probabilmente il sole splenderà prepotente e allora sarà troppo tardi per sperare in una bella cattura: se esiste un momento giusto, è adesso. Sono sulla sponda e, come ho fatto diverse volte negli ultimi mesi, mi accingo a dare inizio ad una battuta di pesca in solitaria. Braghe corte, maglietta, giubbetto galleggiante (sempre!), crocs ai piedi: d’estate è tutto più facile. Il kayak è in acqua, il sedile fissato, un paio di canne montate, il vecchio eco già acceso. Ho una borsa..

Quando il grosso non c’è.. i piccoli ballano!

Posted on aprile 12th, 2016 by catmag

La primavera che inizia a mostrarsi con il suo colorato vestito e le temperature gradevoli ti smuovono qualcosa dentro, a livello viscerale. Una battuta di pesca a break line è quello che serve in questo periodo per esternare il proprio istinto.
Così dopo l’ormai rituale colazione al bar, aver evitato un gatto nero, per giunta zoppo, e qualsiasi augurio da parte di qualsiasi persona, raggiungo Luca, Andrea e Fortunato sul fiume. Era da tempo che desideravo fare una pescata con loro e finalmente era giunto il momento.

Non sempre va come si crede..

Posted on aprile 5th, 2016 by catmag

Giovedì prima di Pasqua: alle 17.00 riesco ad ottenere in extremis il venerdì libero dal lavoro. Bramavo fortemente da parecchi giorni il desiderio di assicurarmelo, e nella mia testa sapevo perfettamente come lo avrei usato. Il tempo di uscire da lavoro e mi ritrovo in garage a preparare tutto il necessario per una pescata di due giorni. L’idea è quella di pescare in deriva, cercare uno spot in cui fare vivo e passare la notte in pesca a sasso o break, e riprendere la pesca in deriva dal sabato mattina.. tutto rigorosamente da solo. Una bella sfida, specialmente se fatta nel Grande..

L’esigenza di pescare

Posted on febbraio 9th, 2016 by catmag

C’è un preciso momento in cui sento l’assoluta necessità di andare a pescare. Quando a lavoro minano la mia infinita pazienza con richieste assurde ed improponibili, quando durante tutta la settimana si è sempre di corsa tra un impegno e l’altro senza avere tempo di fermarsi un momento per se stessi, quando per strada ad ogni auto che ti rallenta o che non mette la freccia parte un insulto, quando divento completamente insofferente agli atteggiamenti menefreghisti e superbi delle persone.