Crea sito

Ethnic Vertical Cat 1,90m 200gr

Giunta dai cugini d’oltralpe francesi, la pesca alla verticale è praticata in Italia dai pioneri della tecnica già da 6-7 anni. Possiamo tuttavia affermare che la sua effettiva consacrazione tra gli di appassionati di catfishing è da attribuire agli ultimi due anni, periodo in cui si è assistito ad un vero e proprio boom di praticanti lungo tutta l’asta del Po e dei suoi affluenti. La tecnica della verticale consiste, semplificando molto il concetto, nel fare saltellare la nostra esca sul fondo del fiume durante la deriva in barca, sperando di farla cadere nei pressi di uno dei siluri che sostano sul fondale. Tecnica che dà per ovvi motivi i suoi migliori frutti nel periodo invernale. Da questa breve e semplicistica descrizione possiamo evincere che dovendo continuamente far saltellare un’esca sul fondo, il combo mulinello-canna da pesca deve essere un giusto compromesso tra peso e robustezza. Se dei mulinelli da verticale abbiamo già avuto modo di parlarne (nell’articolo Recensione Ryobi Luis 5500HX ), in questo articolo ci soffermeremo sugli aspetti della canna da pesca. Pescando dalla barca fondamentale è la lunghezza,  che per una miglior gestione del combattimento, e non solo, è consigliabile essere tra 1,80m e i 2,10m. Altro punto fondamentale è la potenza: generalmente 200 grammi di potenza ci permettono di affrontare siluri importanti anche in fiumi importanti come il Po. L’azione o meglio la sensibilità è invece a discrezione del pescatore: c’è chi preferisce canne molto rigide in grado di sentire ogni piccola vibrazione potenzialmente riconducibile ad un abboccata, e chi preferisce canne leggermente più morbide che aiutano il movimento dell’esca ed evitano al siluro di sentire resistenza durante l’abboccata. I fattori che però devono essere comuni sono la leggerezza e la robustezza. La leggerezza deve essere necessaria perchè possiamo manovrare la nostra esca per molte ore, mentre la robustezza deve essere garantita per tenere testa a qualsiasi taglia del nostro avversario ed in qualsiasi condizione del fiume.

Fatta questa premessa, abbiamo pescato per voi con la nuova Vertical Cat della Ethnic (distribuita da Tubertini).. eccovi la recensione.

Ethnic Vertical Cat 1,90 200gr

Ethnic Vertical Cat 1,90 200gr

Il nome non nasconde di certo la tecnica per la quale è stata concepita questa Vertical Cat. Lunga 1,90 m, è composta da due elementi asimmetrici, il manico ed il fusto. Quest’ultimo si innesta a baionetta nel manico, soluzione che garantisce uniformità di azione e maggiore robustezza. Il fusto è composto in Hi-flex, una nuova formulazione di compositi grazie alla quale si ottiene un incremento della resistenza meccanica di ben il 35%, con conseguente elevata resistenza, durevolezza e reattività. Materiale  già utilizzato da Tubertini in diverse canne da pesca per la traina ed il vertical jigging in mare, dove la robustezza è la parola d’ordine. Sul fusto presenti otto anelli adatti all’uso dei trecciati, di cui i primi due a triplo ponte ed i restanti sei a ponte singolo. La potenza dichiarata è 100-300 grammi.

Anelli triplo ponte

Anelli triplo ponte

Particolare attenzione è stata data ai dettagli. Sul fusto è presente l’hook retainer, utile per agganciare la montatura durante gli spostamenti (ed evitare spiacevoli incidenti) e una prima parte con finitura della vernice ruvida per un miglior grip durante lo smontaggio dei due pezzi.

Dettaglio delle finiture dell'innesto a baionetta e dell'hook retainer

Dettaglio delle finiture dell’innesto a baionetta e dell’hook retainer

Il manico in neoprene (impreziosito dell’engraved Ethnic) presenta invece un confortevole tappo semisferico in sughero, un portamulinello in robusta plastica ed una impugnatura ergonomica in neoprene su cui poter fare leva in tutta tranquillità. Da notare l’anello metallico a protezione del foro della sede dell’innesto a baionetta.

Impugnatura ergonomica e finiture metalliche

Impugnatura ergonomica e finiture metalliche

Impugnatura ergonomica

Impugnatura ergonomica

Il nostro giudizio 

Provandola in abbinamento al Ryobi Luis 5500 HX, ciò che ci stupisce immediatamente è la leggerezza. Questa caratteristica ci permette di pescare per molte ore consecutive senza affaticare il braccio, quindi di stancarci o pescare male. Confrontato con altre canne sul mercato, il fusto è decisamente più sottile, caratteristica che non influisce tuttavia sulla robustezza grazie al materiale Hi-flex con cui è realizzato. La Vertical Cat risulta abbastanza rigida, trasmettendo nitidamente ogni vibrazione già con armature dotate di piombo da 60 grammi. La curva durante lo sforzo del combattimento è piacevolmente perfetta, grazie all’uso di molti anelli a ponte singolo e alla scelta di realizzarla in due pezzi asimmetrici. I 190 cm di lunghezza sono l’ideale per combattere dalla barca agevolmente.

La presenza dell’hook retainer è utilissima durante gli spostamenti in barca tra uno spot e l’altro: evitiamo di agganciare le montature sugli anelli (rischiando di graffiarli), sull’archetto del mulinello (idem) o lasciarla per terra con conseguenti rischi di allamature involontarie.

Utile la finitura ruvida in prossimità dell’innesto, che ci permette di sfilare il fusto dal manico senza grossi sforzi, specialmente quando l’umidità, le mani fredde o l’effetto dilatatorio del carbonio con temperature elevate, rendono difficoltosa questa operazione.

Il manico presenta un confortevole tappo semisferico che ci permette di puntare la canna da pesca sull’addome senza farci male, così come l’impugnatura ergonomica e generosa ci permette di afferrarla con decisione durante il combattimento.

Tappo arrotondato e incisione Ethnic

Tappo arrotondato e incisione Ethnic

Da evidenziare il portamulinello, sovradimensionato e realizzato in plastica: aldilà della leggerezza che essa conferisce, durante i mesi più freddi non contribuisce ad aumentare il freddo alle mani, al contrario dei portamulinelli in metallo, pesanti e freddi.

Portamulinello sovradimensionato ed in ABS per un miglior comfort e leggerezza.

Portamulinello sovradimensionato ed in ABS per un miglior comfort e leggerezza.

Concludendo possiamo affermare di avere per la prima volta tra le mani un’attrezzo concepito e realizzato esclusivamente per la pesca del siluro alla verticale, e non una canna adattata a questa tecnica a posteriori come è stato fatto per altri attrezzi fino ad ora. La Vertical Cat ci ha permesso di pescare correttamente per tante ore consecutive senza affaticarci, così come di gustare il combattimento con catture di diverse taglie grazie alla sua maneggevolezza. Consideriamo inoltre il prezzo:meno di 100€ per un’articolo altamente ricercato, specifico e di qualità. Trovate le nuove canne da siluro della linea Ethnic nei negozi  che distribuiscono Tubertini.

Vertical Cat

Vertical Cat

Per maggiori informazioni: Tubertini